1
12/06/2017, 21:05



Il-Rally-ItaliaSardegna-2015,-tappa-italiana-del-World-Rally-Championship


  Tappa italiana del World Rally Championship



Tutta l’isola coinvolta, cinque province attraversate e i territori di 150 Comuni chiamati a fare da scenario.Il Rally Italia Sardegna 2017,
tappa italiana del World Rally Championship, si annuncia con grandi numeri.
Per il secondo anno consecutivo, il quartier generale della competizione Internazionale Rally Italia Sardegna è il centro catalano di Alghero, dove sono allestiti il parco assistenza e dove si svolgeranno anche le premiazioni finali.
61 equipaggi in rappresentanza di 25 diversi Paesi, si sfideranno su tracciati disegnati in affascinanti contesti urbani, come l’area portuale di Cagliari, che terrà a battesimo l’evento, e spettacolari sterrati circondati da scenari naturali straordinari. 
190 televisioni collegate, più di 370 i giornalisti accreditati provenienti da tutto il mondo,  per un totale di quasi 100.000 persone coinvolte, tra spettatori e addetti ai lavori: questi i numeri nei quattro giorni di gara.
 
La corsa si apre  con la spettacolare prova speciale a Cagliari. La città, l’anno scorso, ha sfoggiato sulle televisioni di tutto il mondo una magnifica cornice di pubblico con 40.000 appassionati lungo il tracciato di 1,25 km nell´area portuale del capoluogo sardo. Quest’anno la novità del circuito di Via Roma è costituito dai 2 giri e non uno come l’anno scorso, che verranno percorsi nel tracciato, per ciascuna manche.
 
Venerdì 12 mattina, si riparte con una tappa che porterà i piloti da Cagliari ad Alghero. Tra le prove completamente nuove quella di Sinis-Mont´E Prama, dove le auto passeranno infatti vicinissime alle stupende spiagge di Mari Ermi e di Is Aruttas.
A seguire c´è la tappa lunga e dura del sabato 13 una vera e propria tappa "marathon" dove ci saranno ben due TFZ (zone per cambi gomme ndr) dove gli equipaggi si dovranno cambiare le gomme da soli. 
 
Tappa finale, corta, come da dettami della FIA, con power stage confermata a Cala Flumini domenica 14. Una prova del tutto nuova vicinissima ad Alghero, seguita poi dalla solita power dello scorso anno un po´ più allungata con qualche punto in più da gustare per gli spettatori che vorranno vederla dal vivo.
 
"Per caratteristiche tecniche, ambientazione e paesaggio il Rally Italia Sardegna è il più bello del Mondiale - ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell´Automobile Club d´Italia, durante la presentazione odierna presso la sede dell´ACI a Roma - e lo stiamo difendendo con i denti perché è sempre molto impegnativo organizzare corse di questo tipo con standard così alti. Puntiamo sul fascino del rally interamente su terra, che rappresenta sempre più un elemento distintivo del nostro Paese nel calendario mondiale. A riconoscimento del nostro sforzo riscontriamo anche quest´anno il sostegno della Federazione Internazionale dell´Automobile, evidenziato dalla presenza del presidente FIA Jean Todt in Sardegna".
Il Rally Italia Sardegna piace tanto anche ai piloti. Lo hanno testimoniato oggi in conferenza stampa i rappresentanti della nazionale tricolore rally "ACI TEAM ITALIA", Fabio Andolfi e Giuseppe Testa, oltre al Campione del Mondo Produzione, Max Rendina. Quest´ultimo purtroppo non potrà prendere il via in Sardegna, fermato dai medici dopo l´incidente nell´ultima prova mondiale in Portogallo.



1
All rights reserved - template - lacadelborgo.it
Create a website